Marcello Tarot - Header

Robin Wood Tarot | Stampa |
 

The Robin Wood Tarot

Si tratta di un mazzo pregevolmente illustrato da Robin Wood stessa, che - dopo una decina d'anni dall'apparizione del mazzo sul mercato - ha pure scritto The Robin Wood Tarot - The Book per spiegare le ragioni per le quali ha raffigurato le lamine in quello specifico modo.

Robin Wood book.jpgIl grosso del libro, appunto, è dedicato alla spiegazione delle immagini. Ma la Wood ha l'accortezza di specificare, e lo fa ripetutamente, che quelli sono i suoi simboli, e che detti simboli non sono universali; certo, possono essere condivisi da una pluralità di individui, ma non necessariamente da tutti. E più e più volte l'autrice ci tiene a sottolineare che se l'immagine o i simboli per il singolo lettore evocano significati differenti da quelli che indica lei, in quello non c'è niente di sbagliato e lo esorta a perseguire sulla propria strada. Molto spesso, inoltre, ciò che un singolo lettore vede e ciò che la Wood aveva visualizzato al momento del disegno della carta possono dare una sinergia feconda in specie se si segue la filosofia dei Tarocchi Comparativi di Valerie Sim.

Robin Wood Tarot Wheel of Fortune  Robin Wood Tarot Devil  Robin Wood Tarot Judgement 

 

La base per l'opera di Robin Wood sono i Rider-Waite-Smith, il primo mazzo che conobbe quando prese a interessarsi ai Tarocchi nei primi anni Ottanta. Risale più o meno allo stesso periodo la sua scoperta della Wicca. Fondendo i suoi interessi e il suo nuovo credo con le sue abilità artistiche, decise di costruirsi un mazzo tutto suo, nel quale potesse ritrovare i simboli che per lei avevano un significato e che andasse bene per i Wiccan. E, in effetti, spesso si legge che il Robin Wood Tarot è un mazzo di Tarocchi per Wiccan; secondo la mia esperienza è un mazzo facilmente apprezzabile anche da chi della Wicca non ha neppure mai sentito parlare, per la pregevolezza delle sue immagini, per il loro aspetto tutt'altro che minaccioso e per l'atmosfera (se così la vogliamo chiamare) positiva che permea il mazzo nella sua globalità. Analogamente, conoscendo i RWS, si può leggere il Robin Wood Tarot anche senza avere studiato il libro di accompagno, ma di certo studiarlo fa apprezzare il mazzo molto di più.

 Robin Wood Tarot Hierophant  

A titolo di esempio si possono citare il suo Papa e il suo Carro che - rispetto a quanto siamo abituati - hanno rispettivamente una connotazione decisamente negativa e una decisamente positiva.

Sia come sia, l'autrice ha avuto l'accortezza di far precedere la discussione delle singole carte da un capitolo dedicato appositamente ai simboli e ai numeri, una specie di glossario di ciò che significano per lei. Nell'esamina delle lamine, poi, tutto quanto viene espanso e contestualizzato.

Robin Wood Tarot Chariot 

Ma non credere che tutto questo parlare di simboli renda il libro un mattone di difficile digeribilità! Se c'è una caratteristica che contraddistingue lo stile della Wood è il suo humour del quale tutto il libro è farcito e che appare quando meno te lo aspetti, strappandoti un sorriso che ti fa fare una pausa e ti consente poi di tornare alle parti più serie con la mente più fresca. Smile