Marcello Tarot - Header

Tarocchi della Nuova Visione | Stampa |
 

I Tarocchi della Nuova Visione

Si tratta di un mazzo basato sui celebri Rider-Waite-Smith, ma con le immagini viste da dietro, il che fornisce nuove e interessanti prospettive e possibilità interpretative. L'autore dei testi che appaiono nel libretto bianco è Pietro Alligo, mentre i disegnatori delle immagini sono i gemelli Raul e Gianluca Cestaro.

 

Carro Tarocchi Nuova VisioneDalle pp. 15-16 del libretto bianco: "Nei Tarocchi della Nuova Visione, per la prima volta, le immagini realizzate da [Pamela Coleman] Smith sono state disegnate ruotandone la prospettiva di 180 gradi. [...] Non si tratta solo di una curiosità figurativa ma di un ulteriore arricchimento di significati.

"Nel realizzare questo progetto, per alcune carte è stata necessaria una licenza «artistica» ingrandendo o riducendo personaggi e oggetti secondo la loro posizione originale.

"Una delle maggiori difficoltà incontrate, nel disegnare le nuove immagini, è stata l'inquadratura dei Re e delle Regine visti di spalle sul trono. Il problema è risultato identico per molti arcani maggiori come la Papessa, l'Imperatore, il Papa, il Carro, la Giustizia."

Il Carro dei Tarocchi della Nuova Visione per esempio pone l'enfasi sull'interpretazione tirannica della carta a discapito dell'esercizio della volontà su qualcosa o qualcuno (che può sì condurre alla tirannia, se portato agli estremi, ma che non è il significato immediato che di solito gli si dà).

Nel caso dell'Eremita, poi, è evidente che l'ispirazione non proviene solo dai Rider-Waite, ma anche da altri mazzi più o meno noti: il serpente infatti appare p.e. nei famosi Tarocchi di Oswald Wirth, ma anche nelle rielaborazioni di Giorgio Tavaglione nei suoi Tarocchi delle Stelle e di Enoil Gavat, e in altri ancora.

 eremita_nuova_visione.jpg eremita_wirth.jpg   eremita_enoil_gavat.jpg

 Nuova Visione

 Oswald Wirth

 Enoil Gavat

6 Coppe Tarocchi Nuova Visione4 Coppe Tarocchi Nuova VisioneAnche altre carte sono interessanti per come sono state rese in questo mazzo:

  • l'aggiunta dell'unicorno nel 4 di Coppe per esempio vuole sottolineare che qualcosa di positivo è in bella vista ma non lo si vuole prendere in considerazione
  • l'aggiunta delle due figure anziane nello sfondo del 6 di Coppe dà maggiore enfasi al significato di pensare al passato, magari con nostalgia, ma non necessariamente intesa in senso negativo e infatti i due anziani hanno un'espressione serena, come se stessero rivivendo un bel momento del loro passato e se lo stessero riassaporando
  • la vista dall'interno della chiesa del 5 di Pentacoli ci mostra che - come suggerito dall'immagine cui siamo abituati nei RWS - l'aiuto, anche in un momento apparentemente disperato, è a portata di mano se solo lo si sa vedere e sfruttare, ed è proprio ciò che l'immagine nei Tarocchi della Nuova Visione ci dice: la persona non è più esposta, con il piccolo, alle intemperie, bensì si trova al riparo sotto un tetto.

8 Coppe Tarocchi Nuova Visione05pentacoli_nuova_visione.jpgLasciano invece perplessi i fuochi d'artificio che vediamo nello sfondo dell'8 di Coppe, carta che significa lasciarsi volontariamente delle cose alle spalle, ma questo qualcosa di solito è negativo e si va verso nuovi lidi, per quanto sconosciuti e rischiosi, pur di abbandonare una situazione che non è più idonea per sé; se vi fosse gioia, non si prenderebbe la decisione di abbandonare quel posto, no?

(Un mio carissimo amico, tuttavia, è del parere che l'immagine presentataci nei Tarocchi della Nuova Visione sia da leggersi in altro modo: il disagio interiore è talmente profondo che porta in ogni caso ad abbandonare i luoghi noti, nonostante in essi vi siano celebrazioni in corso; in altre parole, la gioia esteriore nulla può contro il disagio interiore che attanaglia l'animo del viandante e che lo porta, di conseguenza, a lasciarsi comunque tutto alle spalle alla ricerca di qualcosa che possa finalmente essere soddisfacente e appagante per lui).

9 Bastoni Tarocchi Nuova VisioneE parimenti perplesso lascia l'orso che si vede nel 9 di Bastoni davanti al poveretto che di solito vediamo ferito nei RWS: sappiamo che ne ha già passate di cotte e di crude, e che si aspetta qualche altro attacco, ed è per questo che costruisce la palizzata di bastoni dietro di sé, direzione dalla quale i suoi nemici torneranno all'attacco; a che pro, allora, porgli un attaccante davanti?

Queste quisquilie a parte, si tratta di un ottimo mazzo soprattutto se lo si studia seguendo la filosofia dei Tarocchi Comparativi di Valerie Sim. E si può perfino partire dal libretto bianco: i significati divinatori che dà sono corretti, benché estremamente schematici (poche parole chiave), però possono fungere da base per uno studio più approfondito. Per di più, uno dei due metodi presentati - quello chiamato «le carte della riflessione» - altro non è che il suggerimento di estrarre una carta al giorno per entrare in intima conoscenza con ciascuna carta e apprenderne i vari risvolti, soprattutto nell'ottica di consulti fatti a se stessi. Per consulti fatti invece anche a terze persone il libretto bianco presenta il metodo delle carte esteriori e delle carte interiori, che consente di dare uno sguardo alla sfera esteriore e a quella interiore di un problema, con in più anche una carta extra per aiutare a trovare il giusto equilibrio, il tutto nella prospettiva tipica di questo mazzo.